Universo dei Lepidotteri - Le specie: Callicore lyca

Esemplare maschio di Callicore lyca aegina, lato superiore.

Famiglia: Nymphalidae
Sottofamiglia: Biblidinae
Tribù: Callicorini

Vive nelle foreste del Centro e Sud America, dal Messico meridionale, in Ecuador, Perù e Bolivia. Se ne conoscono almeno 10 sottospecie, distribuite in maggioranza nelle foreste sudamericane: fra queste, la sottospecie aegina, era precedentemente nota come specie a se stante.

Lato inferiore di Callicore lyca aegina.

La Callicore lyca (Doubleday, 1847) è una bella farfalla di discrete dimensioni (5 - 5,5 cm di apertura alare). È caratterizzata dalla splendida colorazione a macchie e bande delle ali; sulla pagina superiore vi sono due macchie di colore arancio sulle ali anteriori e due di colore blu su quelle posteriori, sulla pagina inferiore si trova una serie di bande variamente colorate (arancio, giallo e azzurro) sulle ali anteriori e bande concentriche gialle e nere su quelle posteriori, contraddistinte da macchiette azzurre proprio nel centro. Nelle altre Callicore le macchiette e le bande sulle ali inferiori formano dei disegni che ricordano la sagoma dei numeri 6, 8, 9 o 0; proprio da questa loro caratteristica deriva il nome comune di "farfalle coi numeri" o "farfalle 88".

Un individuo di Callicore intento a bere.
Ecologia
Purtroppo si conosce molto poco delle prime fasi di sviluppo della Callicore, ma si pensa che, come per le altre farfalle di questo gruppo, essa si nutra di piante della famiglia delle Sapindaceae, delle specie di liane legnose cui appartiene anche il guaranà, una pianta coltivata da migliaia di annu dagli Indios per preparare una bevanda che dà vigore e resistenza alla fatica.

Gli adulti della Callicore volano lungo i sentieri delle foreste soprattutto nella stagione delle piogge, quando è facile vederli posati attorno alle pozze d'acqua intenti a dissetarsi e a succhiare i sali minerali dal terreno inumidito. Alcuni entomologi hanno pensato che la somiglianza delle Callicore con le farfalle Agrias sia dovuta ad una relazione di mimetismo tra i due generi.

I Callicorini
Le specie appartenenti alla tribù dei Callicorini sono almeno una cinquantina; sono di piccole dimensioni e vivono esclusivamente nell'America centro-meridionale, dal Messico all'Argentina; la massima varietà di specie si trova nel Bacino delle Amazzoni, in particolare sui versanti orientali delle Ande. I maschi volano nelle radure lungo i sentieri delle foreste; quando le giornate sono particolarmente calde, si possono vedere posati per terra, sui sentieri e sulle strade, mentre cercano di dissetarsi con l'acqua presente nella sabbia umida o nel fango; in queste occasioni si possono osservare fino alle cinque circa del pomeriggio, in gruppi assieme ad altre "farfalle coi numeri" come le Diaethria e le Perisama.

Esemplare di Callicore astarte codomannus, sottospecie originaria del Brasile.

Si muovono abbastanza velocemente e il loro volo avviene con battiti forti e rapidi. Sono farfalle timide ed irrequiete, che difficilmente si lasciano avvicinare. È difficile vedere le femmine, perché volano soprattutto nella foresta alla ricerca delle piante nutrici su cui deporre le uova; si possono trovare più facilmente sulla frutta marcescente. Sono così rare che per alcune specie la femmina non è stata ancora descritta, dal momento che nessuno studioso è riuscito a catturarne una.

Lato inferiore di Callicore excelsior.

Alcune specie volano fino ad oltre 2000 metri sulle Ande. Dei loro bruchi si conosce pochissimo, sappiamo solo che hanno lunghe ed enormi spine sul dorso e attorno alla testa, e che si cibano delle piante Sapindaceae.

Callicore eunomia, lato inferiore. Si noti il numero "80" disegnato sulle ali posteriori.

Un esemplare di Callicore sorana del Brasile.

Oltre alle Callicore, vi sono altri generi che hanno i curiosi disegni a forma di numeri sulle ali; il più famoso è il genere Diaethria, mentre un altro, Perisama, ha "perso" i numeri durante l'evoluzione pur presentando delle bellissime colorazioni.

Fronte e retro di Callicore hesperis peruviana.

Sono oltre una quarantina le specie di Perisama e si trovano tutte in Sud America, ad eccezione di una specie costaricana e una messicana. Esse vivono soprattutto nelle regioni montagnose, dove sono molto comuni. I maschi si posano sulla terra bagnata delle strade e formano delle enormi macchie colorate.

Esemplare di Perisama bomblandii, Perù.

Le Diaethria si distinguono facilmente da tutte le altre specie della sottofamiglia per la forma sempre ben riconoscibile dei suoi disegni numerici, quasi sempre neri su fondo bianco. Sono il genere a maggior diffusione, in quanto volano dal Texas fino all'Argentina; alcune specie si trovano addirittura oltre i 3000 metri di quota, fino al limite della vegetazione.

Diaethria clymena del Perù.

Al contrario delle Callicore, esse si lasciano avvicinare più facilmente dalle persone. Può anche capitare che queste farfalle possano entrare anche nelle case. In Costa Rica si ritiene che trovare una Diaethria in casa sia un segno di buona fortuna e che, appena vola fuori, bisogna correre a comprare un biglietto della lotteria con i numeri 88 o 89. L'entomologo Philip J. DeVries (1987) racconta che le campagne del Costa Rica abbondano di campesinos pronti a giurare che la fortuna è stata raggiunta in questo modo.

In generale, tutte le specie appartenenti alla sottofamiglia dei Biblidinae sono particolarmente ricercate dai collezionisti per la loro bellezza.


Riferimenti:

Post Collegati

Subscribe via email

Like the post above? Please subscribe to the latest posts directly via email.

Nessun commento: