Universo dei Lepidotteri - Le specie: Vindula erota

Vindula erota, maschio.

Famiglia: Nymphalidae
Sottofamiglia: Heliconiinae
Tribù: Vagrantini

La Vindula erota è un ninfalide che vive in un'ampia area geografica del sud-est asiatico fino all'Australia. Ne sono conosciute almeno una dozzina di sottospecie, molte delle quali sono endemiche di isole più o meno grandi come le Andamane (spp. pallida), Giava (spp. gedeana), Ceylon (spp. asela), Sumatra (spp. battaka), Sula (spp. sulaensis), Nias (spp. orahilia) e Borneo (spp. montana).

Vindula erota, proveniente dalla Cina.

Il nome comune inglese di questa farfalla orientale è Cruiser, letteralmente "incrociatore", che rispecchia la sua caratteristica più straordinaria: il volo potente ed elegante. I maschi si possono facilmente osservare in volo sulle strade delle foreste e attorno alle cime degli alberi, mentre le femmine volano sempre ad altezze notevoli. L'habitat d'elezione della Vindula è la foresta tropicale pluviale; depone le sue uova sulle canopie in collina e in montagna fino a 1800 metri di quota.

È una farfalla di medio-grandi dimensioni, con apertura alare fino a 10 cm; le zampe anteriori sono ben sviluppate e altamente modificate. La pagina superiore delle ali nelle femmine è di un colore arancione scuro con disegni neri. I maschi, invece, sono generalmente più chiari e giallastri. Il lato inferiore delle ali è molto mimetico, con disegni che ricordano una foglia secca.

Lato inferiore di Vindula erota, proveniente dalla Malesia.

Alcune sottospecie hanno colorazioni particolari. Ad esempio, nella sottospecie asela, la femmina ha la pagina superiore delle ali di un intenso color azzurro invece che marrone. Altre popolazioni locali hanno colorazioni o disegni differenti.

Il bruco e la crisalide
Le larve del "incrociatore" si nutrono delle foglie di piante appartenenti alla famiglia delle Passifloraceae, che tra le sue specie include i fiori della bella Passiflora caerulea, anche nota come fiore della passione. Il genere preferito dai bruchi sembra la succulenta Adenia, conosciuta per la sua linfa velenosa e i suoi semi rigonfi a forma di bottiglia di vino. I bruchi sono di colore grigio con spine sparse su tutto il corpo e mostrano una maschera nera adornata con un cornetto. La crisalide mantiene la colorazione poco evidente del bruco e sembra una foglia per la sua forma curiosa.

Il genere Vindula
Le specie del genere Vindula attualmente descritte sono quattro: Vindula arsione, Vindula dejone, Vindula erota e Vindula sapor. Vivono tutte nel Sud-est asiatico e non sono in pericolo di estinzione. Nei maschi della specie sapor si distinguono chiaramente due grandi macchie bianche sulle ali posteriori, differentemente da quelli della erota, che ne sono privi. Nella arsione è la femmina che possiede due ampie bande bianche sulle ali anteriori. La dejone, infine, è quella che ha meno disegni elaborati sulle ali.

Vindula sapor, proveniente dalle Isole Salomone.


Riferimenti:

Post Collegati

Subscribe via email

Like the post above? Please subscribe to the latest posts directly via email.

Nessun commento: