Bruco di Hippotion celerio in giardino

Hippotion celerio appena raccolto in giardino.

Certe volte succede di fare degli incontri inaspettati, e chi osserva da anni il mondo degli insetti lo sa bene. Nel primo pomeriggio sono uscito in giardino per dare un'occhiata alle piante, controllando che tutto fosse più o meno in ordine. Una piccola sagoma verde aggrappata alla panchina di alluminio attira la mia attenzione: è un piccolo bruco con una "coda" appuntita e alquanto vistosa.
Di primo acchito capisco subito che sono di fronte ad un bruchetto di sfingide, appartenente ad una famiglia di falene i cui bruchi sono tipicamente caratterizzati da un cornetto caudale situato nella parte posteriore del corpo. Avendo ben presente quelli dei più comuni Sfingidi presenti in Italia, resto comunque perplesso.

Per fugare eventuali dubbi mi affido al gruppo facebook Il Mondo Delle Farfalle (Lepidotteri), dove appassionati ed esperti condividono la propria passione. Alessandro Marletta effettua la corretta determinazione, spazzando via ogni dubbio: si tratta di Hippotion celerio.

Hippotion celerio, vista di fianco.

È la prima volta, almeno per me, che trovo tale specie. Mi sono subito predisposto per l'allevamento utilizzando foglie di Vitis vinifera (la comune vite da uva), pianta molto apprezzata dai bruchi di questa sfinge celere. In Italia Hippotion celerio non è comune, e gli avvistamenti sono attribuibili alla fase migratoria della specie, originaria dell'Africa e dell'Asia.

Post Collegati

Subscribe via email

Like the post above? Please subscribe to the latest posts directly via email.

Nessun commento: