Universo dei Lepidotteri - Le specie: Ancyluris formosissima

L'Ancyluris formosissima è una piccola farfalla nativa del Sud America, in particolare del Perù, dove è in grado di volare ad un'altitudine di quasi 3000 metri. Ne è nota una sola sottospecie, venerabilis, la cui località tipo è il Perù.

Ancyluris formosissima

Appartiene alla famiglia dei Riodinidae ed ha un'apertura piuttosto piccola, intorno ai 45-55 mm. Da alcuni è considerata una tra le farfalle più belle per la sua splendida colorazione; infatti la pagina inferiore delle ali ha una banda rosso acceso su quelle posteriori, e una bianco candido su quelle anteriori, mentre sullo sfondo nero spiccano riflessi metallici verdi e azzurri. Anche la pagina superiore è ugualmente incantevole, con un'unica banda bianca che, nelle ali posteriori, termina in una serie di macchie rosse, mentre una serie di macchiette azzurro elettrico ornano le aree submarginali.

Ancyluris formosissima, lato inferiore.

Si conosce ancora poco della sua biologia: ama volare, anche molto in alto, attorno alla cima degli alberi nella foresta tropicale e occasionalmente scende per dissetarsi nelle pozze lungo i sentieri. Il suo bruco è coperto da folti peli ed ha una forma appiattita.

Francobollo ungherese del 1984.

I Riodinidi (considerati una volta come sottofamiglia) sono una importante famiglia di Lepidotteri che comprende oltre 1000 specie. I suoi rappresentanti sono diffusi su tutti i continenti, ma soprattutto nelle regioni tropicali del Sud America, dove si possono osservare più facilmente e dove vola la maggior parte delle specie. In Europa, infatti, vive una sola specie (Hamearis lucina), mentre in Africa se ne conoscono una decina.

Ancyluris meliboeus
Stesso esemplare, lato inferiore.

Tutte le farfalle di questa famiglia hanno una taglia ridotta, con un'apertura alare tra i 2 e i 6,5 cm; nonostante le piccole dimensioni, molte specie sono apprezzate per la forma e per i colori delle ali, che mostrano una gamma stupefacente di sfumature. Tra i loro rappresentanti vi sono proprio le Ancyluris, conosciute anche con il nome di "gioielli viventi" per gli incredibili toni metallici ed iridescenti e le vivaci combinazioni cromatiche.

Rhetus dysonii, specie molto affine alle Ancyluris.

Le Ancyluris si trovano in Centro e Sud America, dove sono particolarmente comuni nelle regioni amazzoniche peruviane e colombiane. Non è facile vederle nella foresta, perché molte di esse volano solo in una unica località, magari anche solo su un singolo cespuglio; sono infatti farfalle molto legate al proprio territorio. Sono tra l'altro insetti guardinghi che, nonostante le vivaci tonalità, riescono a nascondersi molto bene, tenendo le ali distese, confuse tra le foglie delle piante.

Necyria bellona zaneta, sottospecie originaria dell'Ecuador.
Lato inferiore dello stesso esemplare.

I colori metallici delle ali sono di tipo strutturale, cioè cambiano gradazione a seconda dell'angolo con il quale si guardano. Accade allora che il turchese si tramuti in violetto o blu metallico fino al nero fino al nero. Comunque, in genere, i toni sono sempre brillanti con riflessi assolutamente spettacolari.

Rhetus arcius, una delle tre specie del suo genere.
Rhetys dysonii, proveniente dal Perù

Negli anni sono stati eseguiti alcuni studi per comprendere il meccanismo della colorazione delle ali delle Ancyluris. In particolare sono state studiate le squame della pagina inferiore di A. meliboeus, una delle specie più comuni, ed è presente in tutto il bacino amazzonico. Si è constatato che la luce, a contatto con le squame, subisce un doppio effetto simultaneo di diffrazione ed interferenza che viene esaltato dalla nano-struttura delle squame stesse, altamente inclinate e organizzate in più strati.

Chorinea sylphina, proveniente dal Perù.

Il significato di questa splendida colorazione strutturale è diverso da quello delle farfalle Morpho, che hanno riflessi azzurri solo nella pagina superiore delle ali. La differenza va probabilmente ricercata va probabilmente ricercata nel differente sistema di segnalazioni dei due generi di farfalle: nel caso delle Morpho, la colorazione azzurra visibile solo a tratti assume un significato di "segnale di volo" (in-flight signalling), mentre nel caso delle Ancyluris la colorazione sempre visibile ha un significato di "segnalazione a riposo" (at rest signalling).

La nano-struttura delle squame di Ancyluris meliboeus.



Riferimenti:
  • Peruzzo A., Pitton. L., Rosa P., Vercellini G. 2003-2004. Le farfalle più belle del mondo - Alberto Peruzzo Editore SRL, Milano.
  • Peruzzo A., Pitton L., Vercellini G. 2007. La natura in 1000 forme e colori, vere farfalle da collezione - Alberto Peruzzo Editore & Geoworld Srl, Milano.

Post Collegati

Subscribe via email

Like the post above? Please subscribe to the latest posts directly via email.

Nessun commento: