Non chiamatela farfalla! Breve dissertazione su una importante questione di nomenclatura ad uso comune

Non sapete quante volte mi è capitato di leggere e sentire persone che parlano di farfalle, dando per scontato che si tratta dei Lepidotteri nel loro insieme. Talvolta più nello specifico si parla di farfalle diurne e farfalle notturne, fornendo una utile divisione in due gruppi ben distinti. Tuttavia in questo post vorrei spiegarvi il motivo per cui tale terminologia, seppure comoda, risulta essere alquanto obsoleta e non molto corretta.

Amata phegea, una falena diurna.

Prima di entrare nel vivo della questione ritengo utile fare una citazione che può fornirci uno spunto orientativo molto interessante. Nel libro The Observer's Book of Larger Moths di R. L. E. Ford ci viene spiegata in una singola frase la suddivisione dei Lepidotteri. Cito testualmente: "Moths belong to the larger Order of Insects called Lepidoptera, and this order is divided into two divisions, Butterflies, or Rhopalocera, and Moths, or Heterocera", frase traducibile come segue: "Le falene appartengono al grande ordine di Insetti chiamati Lepidotteri, e questo ordine è diviso in due gruppi, farfalle, o Ropaloceri, e falene, o Eteroceri".

Sebbene in campo sistematico i gruppi Rhopalocera ed Heterocera siano considerati "di comodo", e la filogenesi dei Lepidotteri lo conferma, non si può trascurare la loro validità nell'uso comune e scientifico. Accettando questo fatto va detto che i due gruppi sono giustificati più che altro dalla differenza morfologica delle antenne per cui in parole povere, anzi poverissime, nei Ropaloceri sono clavate e negli Eteroceri appaiono diverse, cioè filiformi o pettinate.

Tenendo bene a mente questo dato, prendiamo in esame il periodo di attività di questi insetti. Spessevolte si parla di farfalle notturne, così come di farfalle diurne, o semplicemente di falene per le quali viene data per scontata la sola attività notturna. In realtà non esistono farfalle (cioè Ropaloceri) ad attività notturna, mentre esistono falene che volano solamente durante il giorno, proprio come le farfalle. Possiamo semplificare il discorso nel seguente modo:

Lepidoptera = Lepidotteri (Ropaloceri+Eteroceri)
Rhopalocera = Ropaloceri (farfalle)
Heterocera = Eteroceri (falene, sia notturne che diurne)
farfalle = Ropaloceri
falene = Eteroceri

Spero di non aver fatto la parte del "grammar-nazi", ma d'aver altresì fornito un valido spunto di riflessione sui termini più appropriati da utilizzare per definire le farfalle e le falene.

Post Collegati

Subscribe via email

Like the post above? Please subscribe to the latest posts directly via email.

Nessun commento: