Baco da seta, uova e larve al 1° stadio, 12.IV.2018

A febbraio di quest'anno un amico mi ha regalato, per mancanza di spazio, una discreta fornitura di uova di baco da seta (Bombyx mori). Questa specie è assai conosciuta per la pregevole seta prodotta dai bruchi. Per via dell'allevamento intensivo portato avanti da oltre 5000 anni, il Bombyx mori è diventato l'insetto domestico per eccellenza, essendo oramai incapace di sopravvivere senza l'aiuto dell'uomo.

Una larva appena uscita da una delle tante uova deposte su carta da cucina.

Per iniziare l'allevamento mi sono procurato una pianta di gelso nero (Morus nigra). Ho tenuto le uova in una scatoletta di cartoncino, riposta in un luogo riparato e molto fresco, in modo da ritardare la schiusa. All'approssimarsi della primavera ho spostato la scatoletta in casa, così da monitorare la situazione delle uova.

Larva al 1° stadio di sviluppo.

La pianta sta iniziando vegetare con vigore, e le piccole larve stanno iniziando a sgranocchiare le foglie, per il momento (e per fortuna) con poca vivacità. Trovo affascinante pensare che queste piccole bestiole discendano da quei bachi cinesi che diedero inizio al mito del baco da seta.

Piccola larva su foglia di Morus nigra.

Post Collegati

Subscribe via email

Like the post above? Please subscribe to the latest posts directly via email.

Nessun commento: